Lo sterminio dei cani Levrieri in Irlanda e Spagna.

Non sono cani da compagnia, non sono atleti da onorare, per irlandesi e spagnoli i cani Levrieri sono livestock, ossia bestiame da abbattere al termine del ciclo di utilizzo.
Siamo in Europa, non nella profonda periferia Cinese, eppure la mattanza dei levrieri procede indisturbata, da anni, senza che l’Unione Europea muova un dito.
In Irlanda, i cani levrieri sono da sempre utilizzati per le corse in pista, con un fiorente mercato che né sfrutta le doti atletiche (possono raggiungere i 70 km/h) e né consuma i muscoli per quanto possibile, in un ciclo di vita che trova termine dopo le prime prestazioni deludenti, anche in giovane età: basta recarsi dal veterinario e chiedere l’abbattimento dell’atleta- cane per liberare il box e fare spazio ad un nuovo, papabile campione.

 



Tra il 2010 ed il 2015 sono stati uccisi 2.896 levrieri, ma, in realtà, mancano all’appello altri 10.000 esemplari di cui non si sa più nulla; animali che probabilmente hanno trovato la morte senza essere “accompagnati nel viaggio” da un veterinario.

 

Anche la Spagna si rende protagonista di questa terribile mattanza, con 50.000 vittime ogni anno, fra levrieri galgos e podencos, razze, in questo caso,  utilizzate per la caccia.

 

Purtroppo, è antica usanza, anche in Italia – seppur ovviamente fuori dalla legge – che alcuni cacciatori, laddove non trovino soddisfazione nel loro segugio, se ne liberino con estrema facilità.
Da 16 anni l’associazione italiana Gaci  (http://www.adozionilevrieri.it/ ) ha dato vita ad un ponte per salvare almeno parte di questi poveri cani-atleti, destinati altrimenti ad essere soppressi (anche in giovane età).
Vi invitiamo a visitare il sito e a fare opinione, lanciando l’appello per una legge che protegga e assicuri dignità a questa splendida razza canina.



 

Per contatti ed invio contributi: postamaster@ifatticapitali.it
Twitter: @ifatticapitali
foto https://pixabay.com/it/photos/cane-levriero-animale-2615168/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *