Il voto lampo. Il piano di Salvini è perfetto?

È tutto successo con la rapiditá di un temporale estivo : la Tav, l’apertura della crisi, la corsa verso possibili nuove elezioni.

 

Eppure, osservando dietro le maglie dell’ufficialità e di una sicurezza ostentata, si intravedono degli strappi e delle criticitá che hanno costretto Salvini a lanciare in fretta e furia una crisi nella quale le incognite ed i rischi, anche per lui, sono numerosi.

 


 

Salvini ha una vitalitá alla quale solo Renzi può tenere testa: ma Renzi si sta ancora organizzando, vuole essere un leader e nel PD non può piú esserlo.

 

Il PD è una gabbia in cui si litiga giornalmente: oltre gli entusiasmi di questi prime ore, si possono davvero trovare in pochi mesi punti di accordo complessi, necessari per un programma comune?

 

Con il beach tour, Salvini fará quotidianamente sentire la sua voce a tutta Italia, attraverso i tg e la  potente macchina della comunicazione di cui gode.

Inoltre, la Lega, almeno per il momento, ha i sondaggi dalla sua parte, sfiorando il 40%.

 

Andando alle elezioni il prima possibile, Salvini eviterá di mettere la firma sugli aumenti delle tasse resi necessari dalla crescita zero di questi mesi; sfuggirá al dibattito sul Russiagate, e si salverá in calcio d’angolo.

 


 

Far cadere il Governo adesso, ed andare con questa legge elettorale al voto, magari in primavera, è il piano di una “guerra lampo” che la Lega può vincere.

 


“Cosa può andare storto a Salvini?”

Il rischio piú grosso è quello di un’alleanza PD/M5S che ribalti la situazione e lo costringa in difesa a settembre, con tutti i buchi del Savoinigate capaci di falcidiare un elettorato solido, ma comunque sfibrabile e sensibile, al netto di una storia ancora misteriosa, almeno nei dettagli.

 

L’altro rischio è piú concreto : la prospettiva di un lungo governo tecnico che consumi il suo bacino elettorale lentamente, con l’accusa di aver voluto una crisi trasformata in Vietnam politico, quando con i 5Stelle, ormai prostrati, il programma della Lega stava andando avanti tranquillamente.

 


La guerra lampo di Salvini è appena iniziata.

Per il suo esito basterá attendere poche settimane.

 

 

Seguici su twitter @ifatticapitali

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *