Juve, buona la prima. Ma Khedira, Matuidi e Rabiot?

La prima partita della Juve di, o meglio senza, Sarri, è stata un successo.

Chi si aspettava fra i titolari qualcuno dei nuovi acquisti è rimasto deluso. Come da tradizione juventina, e per rispetto di chi se lo è guadagnato sul campo, l’esordio in campionato prevede la conferma di chi ha vinto sul campo.

 

Certo, giocatori come Khedira  e Matuidi difficilmente saranno i titolari fissi di una squadra che vuole fare della velocità e della tecnica la principale caratteristica di gioco. Ma Rabiot è questo quì?

 


L’incontro è stato contrassegnato dalla guerra di CR7 con se stesso. Tre occasioni sprecate, un gol annullato. Il primo tempo del portoghese è stato un incubo.Nella ripresa scende di livello come il resto della squadra.

 

Higuain sembra essere la spalla ideale di CR7. Triangolazioni, sponde, il peso necessario che deve avere un centravanti: per Dybala la vita sarà dura.


 

Straordinaria la prestazione di D.Costa, a volte fin troppo innamorato della palla, come si diceva un tempo, ma imprendibile per gli avversari. Da lui la Juventus si aspetta una stagione eccezionale.

Ottima partita anche per De Sciglio e Alex Sandro, propositivi e puntuali nel farsi vedere in fase propositiva.In leggero calo solo nella ripresa.

 

Il Parma ha fatto quel che ha potuto, attendendo gli avversari e cercando qualche sporadico, quanto pericoloso, contropiede.
La coppia d’attacco fa ben sperare i ducali, ma il centrocampo sembra essere deboluccio, soprattutto a livello fisico.

 

Segui su twitter @ifatticapitali

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *