Da Conte ad Ancelotti a Giampaolo: caccia allo scalpo della Juve.

Il cosiddetto “valzer” delle panchine ha portato novità che tutti ormai conoscono: Conte all’Inter, Sarri alla Juve, Giampaolo al Milan, Di Francesco alla Sampdoria, Fonseca alla Roma.

La sostanza di questi cambiamenti invece, può sembrare più oscura, quindi mettiamolo nero su bianco:

Conte sulla panchina dell’Inter, con una società, da Marotta ad Oriali, capace di coprirgli le spalle dal turbolento ambiente milanese , può portare ai neroazzurri quel carattere e quella grinta apparsi solo a tratti negli ultimi 8 anni. Con il salentino ed i nuovi acquisti in cantiere, l’Inter non può nascondersi: deve puntare alla vittoria dello scudetto.

Prendendo Conte, il Presidente cinese Suning ha fatto all-in. Le plusvalenze (capitolo abbastanza oscuro che meriterebbe un approfondimento) hanno aiutato l’Inter a sistemare i conti. Resta solo un rebus – di non poco conto –  in vista della prossima stagione: cosa fare del capitano Icardi? Chi vivrà vedrà, ma l’attesa non sarà lunga.

 




La Juve con l’arrivo di Sarri può ritrovare quella gioia di giocare a calcio venuta a mancare nell’ultima stagione. Dall’espressione dei giocatori in campo al silenzio dell’Allianz Stadium, l’allenatore toscano può essere un toccasana per far ripartire un club mai sazio ma parzialmente stufo di vincere senza divertirsi in campo.

Il possibile innesto di giocatori come Buffon (da 12°), De Ligt e Rabiot, daranno sicuramente un ulteriore vantaggio al club bianconero sui rispettivi avversari, che rivoluzionano, come nel caso dell’Inter, o ristrutturano come il Napoli, secondo le loro possibilità.



In tutto questo Ancelotti ed il Napoli lavorano gomiti a terra puntando su giovani come Di Lorenzo, costruendo una coppia centrale di difesa fra le più forti d’Europa (Manolas – Koulibaly) ed in attesa di qualche buona offerta, magari per Milik, per mantenere i conti in ordine e ristrutturare il reparto offensivo.

Senza ombra di dubbio, la stagione vede ai nastri di partenza Juve, Inter e Napoli  davanti a tutte le altre.

Le incognite Fonseca e Giampaolo saranno valutate sulla base di risultati che difficilmente, stando all’oggi, possono superare la battaglia per il quarto posto con la Lazio, ma lasciamo la porta aperta alle sorprese.

Quest’anno, per il bene di tutti, speriamo di divertirci fino a maggio.

 

Per contatti e contributi : postmaster@ifatticapitali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *