La polemica balneare

In tanti si aspettavano un “Governo Balneare”, una transizione verso il voto che, a piú riprese, Di Maio e Salvini si sono minacciati di chiamare, senza far seguire mai l’azione alle parole.

Quello che ci ritroviamo in pieno Agosto, è invece una polemica balneare sul Ministro trash Salvini, che in mezzo ad una folla molto romagnola e giovanile, spara l’inno nazionale come hit estiva, scatenando le reazioni piú disparate e scomposte.

Lo ripetiamo in molti articoli, lo ribadiamo oggi: “Riconoscerisi nella “sinistra” non significa essere necessariamente piú intelligenti degli altri”.

Questo monito andrebbe fatto ripetere come un mantra a quanti, in questi giorni, vip e non, si sono messi a fare gli “indignados”, postando foto di Aldo Moro, ricordando l’ingessatura DC, riportando in auge nomi come quello di Cesare Battisti, oBerdan e tanti altri.


Per rafforzare la validitá di questa stortura, ricordiamo la piú grande critica al miglior politico (per cose fatte, non per chiacchiere) della recente storia del PD, quel Pier Luigi Bersani scalzato da Renzi, perchè accusato da gran parte dell’elettorato di essere troppo retrò ed appunto, ingessato….(e giú foto di Aldo Moro e della Dc)

 

Salvini sta facendo delle vacanze trash?

Probabilmente si, e lo abbiamo scritto in altri articoli, ma l’Italia che lo vota non è necessariamente quella grigiastra come il mare di Milano Marittima.

Continuare a fare i saccenti e gli snob, non aiuterá la sinistra a rinascere; non smuoverá elettori la presunta vergogna per il cattivo gusto, soprattutto dopo 30 anni di Berlusconi.

 

Concentriamoci su fatti seri, come il RussiaGate o le risposte sempre piú autoritarie e razziste di Salvini : non perdiamoci in un bicchiere di champagne.

 

Saluti.

 

Segui @ifatticapitali

 

 

 

 

 

 

foto https://pixabay.com/it/photos/sedie-a-sdraio-mare-beach-gabbiano-355596/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *